Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Mondo Mandy PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Domenica 17 Dicembre 2006 01:00
di Silvia Bizio
Prima il pop. Poi Hugh Grant. Ora un film con Diane Keaton. I successi e i sogni di una ragazza in carriera
Mandy Moore
Cantante prima e attrice poi, Mandy Moore, 22 anni, ha dato segni di notevole precocità esibendosi nella sua nativa Orlando, la Mecca del teen pop, per poi affermarsi con l'album 'Candy' (2000). Nel cinema, dopo 'Romance and Cigarettes' di John Turturro e la satira 'American Dreamz', accanto a Hugh Grant, la Moore sarà a febbraio sugli schermi italiani con la commedia 'Because I Said So', con Diane Keaton nei panni della madre che le organizza una serie di disastrosi incontri nel tentativo di impedirle di fare i suoi stessi sbagli.

Mandy, la sua vita dev'essere cambiata moltissimo negli ultimi anni.
"Eccome! Quando ho cominciato col cinema stavo barcamenandomi nella transizione da cantante ad attrice. Poi c'è stato il passaggio da adolescente a donna, altro momento difficile nella dinamica tra un'artista e il pubblico. Con 'American Dreamz' per la prima volta ho cominciato a sentirmi più realizzata, e mi è piaciuto molto. E con 'Because I Said So' ancora di più".

Non si è sentita intimidita a recitare accanto a divi come Hugh Grant o Diane Keaton?
"Non ne parliamo. Hugh Grant è una vera star e un genio della comicità, e ha cercato di tirare fuori il meglio di me, ma temo di essere stata troppo emozionata per imparare la sua lezione. Dopo aver lavorato con un divo come lui è stato più facile affrontare Diane Keaton".

Ci racconta com'è iniziata la sua carriera?
"Grazie a un impiegato della FedEx, giunto a portare un pacco allo studio di registrazione dove avevo degli amici. Mi ha sentito cantare, ha voluto il demo e lo ha portato a un amico alla Epic Records. Tre mesi dopo registravo un album a New York. Avevo 14 anni, è successo tutto di corsa, per un po' non ci ho capito niente".

Ora che non ha più 14 anni, che vita fa?
"Molto più normale di quanto si possa pensare. Non trovo la vita notturna molto eccitante, mi sembra di aver saltato quella fase della vita. Mi piace lavorare, è così che mi diverto, e mi considero molto fortunata perché amo quello che faccio".
 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information