Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Banner
Home Lettere al Direttore Bolli, bollini e bolloni

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Bolli, bollini e bolloni PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Alla cortese attenzione del direttore Antonello De Pierro.
Viviamo ormai tutti quanti immersi in un turbine di burocrazia particolare, come se gi… non bastasse quella generale autoalimentata e inflazionata a frattale complesssa catena iperattiva e retroattiva, che si manifesta quotidianamente con il picco di attenzione continua che il contribuente deve avere per ricordarsi, oltre alle altre mille scadenze bizantine, dei collaudi, prove fumi e fumetti, bolli, bollini, bolloni, una tantum quantum nazionali e regionali, provinciali e comunali, e quant'altro su vetture, ciclomotori, impianti termici, che hanno ormai cadenza annuale e permanente. Idee nate forse con buoni propositi di salvaguardia dell'incolumit… del contribuente stesso, per dare lavoro "fisso" a varie categorie artigiane, e copiati, anche in modo singolare, da paesi stranieri dell'unione europea, che vengono presi ad esempio quando si tratta di imporre un interesse fiscale o commerciale: se fa comodo e rende utilit… finanziaria si ricalca un'usanza legale della Lapponia o della Scandinavia, ma ci si guarda bene da prendere ad esempio altre virt— cardinali di alcuni liberi popoli dell'Europa che, se applicati in Italia, provocherebbero vere e proprie rivoluzioni copernicane degli usi, dei costumi e delle mentalit…. Ho sentito, in questo periodo in cui mi trovo in Veneto, che Š allo studio anche il collaudo degli impianti di condizionamento dell'aria, ormai diffusi pressochŠ ovunque, dato il costo relativamente basso dei sistemi e il gran caldo sponsorizzato dall'effetto serra, con relativo bollino- tassa a cadenza annuale. Tanto per complicare ancor pi— la vita ai cittadini e raschiare un poco in pi— il portafoglio del contribuente. Ottimo, se si continua su questa strada, perchŠ allora non imporre bollini e collaudi anche su tutti gli elettrodomestici presenti in una casa. saranno mai "a norma"? e i televisori? le radio? le pentole, le sedie e i tavoli, letti, gli stessi impianti elettrici, per primi? e i caminetti? e le finestre, le porte, i garages, le cantine e i solai? Inflazionando l'nflazione dei controlli, perchŠ non collaudare allora anche tutte le biciclette, con targa, libretto, bollo, bollino e casco, non dimenticando nemmeno i tricicli, i monopattini, e i pattini dei bambini: sai che business!! Ma non solo i velocipedi circolano in quantit… sulle pubbliche vie magari non essendo "a norma": i pedoni, non sono forse a loro volta in certe situazioni pericolosi e in pericolo? Ho notato personalmente che molte scarpe, anche di grandi marche, su strade e marciapiedi bagnati scivolano come se fossero sul ghiaccio, con possibili effetti di catastrofiche cadute ed esiti gravi per la pubblica e privata incolumit…, nonchŠ per l'incremento della spesa sanitaria: forse dovrebbero anch'esse essere omologate e collaudate, con rilascio del famigerato bollino, magari di colore nero o marrone... da applicarsi sotto la suola... Tuttavia, i nostri lungimiranti legislatori, delle une e delle altre maggioranze dimenticano, in realt…, quale sarebbe l'oggetto e il soggetto pi— importante da mandare al collaudo e da mettere "a norma": il nostro Pianeta Terra, il quale, infischiandosene di tutte le nostre leggi, divieti, previsioni e preoccupazioni corre libero e a caso nello spazio sconfinato ad una velocit… di qualche decina di migliaia di chilometri l'ora, sfuggendo persino agli autovelox, e magari rischiando, un giorno qualsiasi, di scontrarsi con qualche altro sconosciuto corpo celeste, venuto da un'altra dimensione, e che si comporta, nientemeno, allo stesso sconsiderato modo: riusciranno mai i nostri Eroi burocratici a metterlo, una volta per tutte, "a norma"???

Francesco Martin
cittadino europeo

 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information