Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Banner
Home Lettere al Direttore Propaganda psichiatrica nelle scuole

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Propaganda psichiatrica nelle scuole PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Egregio Direttore,
ho letto con molto interesse la lettera di un?insegnante di scuola media superiore che evidenziava con chiarezza e molta efficacia ci• che oggigiorno nelle nostre scuole italiane sta succedendo: la vera, ma nascosta, trasformazione delle scuole in vere e proprie cliniche, dove a farne le spese sono gli studenti che, a causa della presenza dell?equipe psico-pedagogica, formata da psicologi, psichiatri ecc., vengono ?testati? e poi etichettati ?affetti da? disturbi e malattie, che non hanno nessuna base scientifica. Risultato finale: pessimi e nulli risultati, nuovi pazienti che potrebbero andare ad incrementare gli introiti di questi ?specialisti?, fallimento dell?istituzione scolastica e dell?istruzione. Purtroppo questa grave ed allarmante situazione Š presente anche nella scuola dell?infanzia e nella scuola primaria, dove io lavoro in qualit… di insegnante. In questi ultimi anni infatti programmi psichiatrici, presentati ai genitori come Progetti ?in nome del successo formativo e dell?aiuto nei confronti del bambino?, hanno invaso le nostre scuole di ogni ordine e grado. Figure come ?psicologi? ?psichiatri? o ?neuropsichiatri infantili? si sono sostituiti all?insegnante e al suo ruolo e, attraverso l?osservazione del bambino durante l?attivit… didattica o la compilazione di questionari e test, fatti compilare dai genitori stessi, dagli insegnanti, ne valutano i risultati e da semplici sintomi evidenziati etichettano il bambino come ?malato mentale?, il tutto senza NESSUNA VALIDITA? SCIENTIFICA. A questo punto mi sorgono spontanee queste domande: cosa succede al bambino diagnosticato ?affetto da malattie inesistenti quali l?ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattivit…) o dislessia o discalculia (disturbo del calcolo) o ??? Quando ai genitori vengono presentati questi Progetti, viene precisato loro cosa ne far… il neuropsichiatra infantile delle informazioni raccolte nei confronti del figlio stesso? Saranno forse permanentemente registrate in una scheda scolastica e medica? Il genitore pu• vedere cosa contiene quella scheda? Il bambino verr… poi seguito dall?Asl? Il Progetto, in forma cartacea, che viene consegnato nelle mani dei genitori Š completo di tutti le informazioni o viene dato loro con dati parziali e quindi in forma ridotta (questo Š successo in una scuola elementare di Milano, nella quale ero presente)? E un genitore, una volta firmato il modulo di consenso alla partecipazione del figlio a quel Progetto psicologico-psichiatrico, che si ritrova ad avere lo stesso poi ?etichettato?, pu• rifiutarsi di sottoporlo a terapie psicologiche, comportamentali o addirittura farmacologiche, che hanno causato in America orami quasi 400 decessi? Qualora si rifiutasse, pur ?magari? non potendolo fare, il figlio pu• essere sottratto alla custodia della famiglia? Ad incrementare e ad avvalorare questa propaganda psichiatrica si aggiungono trasmissioni televisive e radiofoniche, che altro non fanno che convincere la gente che l?agitazione sia una cosa innaturale, che la difficolt… ad apprendere il linguaggio scritto o a comprendere e produrre il linguaggio siano vere e proprie malattie; cos facendo modificano il punto di vista delle persone su come deve essere un fanciullo, incentivando l?uso degli psicofarmaci, (stimolanti alcuni dei quali simili alla cocaina o di potenti antidepressivi), dietro ai quali ruotano enormi interessi economici da parte delle case farmaceutiche, alcune delle quali finanziano totalmente i Progetti nelle nostre scuole. Tutti, secondo questi ?specialisti? saremmo malati mentali! Ogni comportamento umano, ogni emozione umana pu• essere una malattia mentale, basti pensare che l?essere estremamente timido Š diventato ?disturbo da personalit… schiva?. Ma il comportamento, buono o cattivo che sia, NON E? UNA MALATTIA.
Ogni bambino ha il suo ritmo di apprendimento, c?Š chi impara e comprende subito, chi, invece, necessita di un tempo pi— prolungato per raggiungere gli obiettivi didattico-educativi previsti, anche attraverso sia i laboratori di recupero e approfondimento (chiamati L.A.R.S.A.), sia mediante il recupero individualizzato. E questo Š sempre successo da quando esiste un?istituzione chiamata scuola.
Aiutiamo i nostri figli: problemi scolastici, didattici, di relazione, familiari, allergie, intolleranze alimentari, casi di bambini dotati di spiccata intelligenza, malattie fisiche vere e proprie, molti sono i fattori che possono portare un bambino ad avere un comportamento non ottimale.
Ripristiniamo il nostro ruolo di insegnanti e genitori e impediamo a viva voce che ?la psichiatria?, continui a calpestare i nostri diritti, quelli dei nostri figli e la nostra libert….

Antonella Marzaroli
 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information