Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Home Lettere al Direttore

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Lettere al Direttore
La psichiatria invade il campo dell'istruzione PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Egregio Direttore,
sono un?insegnante che ha a cuore il futuro dei suoi ragazzi e voglio testimoniare pubblicamente come la psichiatria stia invadendo in modo deleterio il campo dell?istruzione ed educazione.
Nonostante i deplorevoli avvenimenti negli USA, dove ben sei milioni di bambini sono diagnosticati Iperattivi a cui vengono somministrati psicofarmaci, con incrementi a sei cifre nella vendita di queste pillole e120 decessi fra i bambini a causa degli effetti collaterali di quest?ultime, psichiatri e psicologi continuano a sostenere e promuovere la sindrome dell?adhd (disturbo da deficit di attenzione ed iperattivit…) e il suo rilevamento, impegnati ad indottrinare gli insegnanti a rilevarne i sintomi. In tal modo anche in Italia si sta spargendo il verbo dell?ADHD utilizzando lo stesso iter americano, cos ora anche in Italia ed in particolare in Lombardia finalmente i bambini possono ?beneficiare? di queste ?cure?.
E? stato annunciato infatti, che Š stata costituita l?Associazione per l?ADHD Lombardia, formata da clinici, che ha come scopo principale dare informazioni sull?ADHD nelle scuole.
La notizia Š stata data durante una conferenza sull?ADHD, tenuta il 1 dicembre scorso a Milano presso una sala consiliare della Zona 2. In questa conferenza sono state date informazioni illuminanti.
Secondo i neuropsichiatri presenti sono iperattivi:
- neonati attivi in culla, piangono molto, dormono poco;
- bambini delle elementari che si muovono come se avessero un motorino;
- bambini che presentano disturbi nella condotta;
- adolescenti disattenti ecc.
Di notevole valore ?scientifico? l?affermazione che: ?in prevalenza sono i bambini ad essere iperattivi, ma anche le bambine lo sono, per• sono sottostimate perch‚ sono calme?. Non solo, sembra che tra i 12 ed i 20 anni questo disturbo svanisce da solo, per• se non sono aiutati questi bambini si perdono l?esperienza scolastica.
Sempre secondo quanto Š stato detto a rischio sono i figli di genitori che fanno uso di droghe, figli di donne che durante la gravidanza mangiano male, bambini adottati, bambini che vivono in condizioni ambientali difficoltose, figli di extracomunitari. Guarda caso gli strati pi— deboli della societ… che difficilmente possono opporsi o sottrarsi ad etichettature.
Interessante Š anche il fatto che mentre Š stato detto che questo Š un disturbo neurobiologico, le modalit… per fare la diagnosi non sono supportate da prove scientifiche di laboratorio, come sarebbe logico aspettarsi per una qualsiasi malattia. Invece la diagnosi si basa su risposte date ad un test nel quale sono elencati comportamenti tipo: si agita troppo , non completa i lavori iniziati, spiattella la risposta prima che sia terminata la domanda, e altre domande simili.
Se l?ADHD Š una malattia neurobiologica dovrebbero esserci delle alterazioni nelle parti interessate, cervello, sistema nervoso ecc, cosa che non Š stata riscontrata neanche da fonti autorevoli che da tempo affermano che non esiste alcuna differenza tra il cervello di un bambino iperattivo e quello di uno normale.
Negli Usa Š stato messo su un bel teatrino che ha tenuto indaffarate parecchie persone, peccato che il tutto si Š poi trasformato in tragedie con casi di decessi per gli effetti di alcuni psicofarmaci.
In Italia stiamo gi… assistendo a spettacoli di questo genere quando sentiamo di ragazzi quindicenni che in cura con psicofarmaci uccidono i genitori o buttano la sorella dalla finestra.
Qualcuno in Italia vuole riproporre un copione che si Š gi… dimostrato essere un fiasco completo?
Facciamo qualcosa prima che sia troppo tardi.


Margherita Pellegrino













 
Olocausto psichiatrico: pi— morti che per Aids PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Gentilissimo direttore,

secondo l'Istituto Superiore di Sanit…, negli ultimi venticinque anni, le morti per disturbi psichiatrici e farmacodipendenza in Italia sono state pi— di 75 mila, una cifra vertiginosa che fa subito riflettere; un numero di gran lunga superiore alle morti per AIDS. (www.iss.it/site/mortalita/)
Questo dato diventa persino pi— drammatico, se si pensa ad alcuni fatti agghiaccianti, l'ultimo dei quali risale proprio a luned 14 novembre, nel corso di un blitz nel dipartimento di salute mentale dell'ospedale in viale Duca degli Abruzzi 103 a Brescia, in cui sei persone sono state arrestate con l'accusa di peculato, maltrattamenti e abusi sessuali sui pazienti. Ma non Š certo la prima volta che simili fatti si verificano e non molto diversa era la storia dello psichiatra Giovanni D' Antonio, in servizio all'ospedale "Umberto I" di Nocera Inferiore (SA), che nel gennaio del 2001 venne arrestato dai carabinieri con l'accusa di abuso sessuale sui pazienti.
Ai nostri giorni non si capisce come possa ancora essere usata una simile barabarie sull'uomo civilizzato, quando la psichiatria ha favorito la diffusione delle principali droghe nella societ…, contribuendo a violenza e criminalit…. Per non parlare degli psicofarmaci, che sono vere e proprie droghe legalizzate, la cui relazione col suicidio Š stata (pi— volte ripresa dai media) confermata anche dalle agenzie del farmaco americana ed europea.
Una delle droghe pi— diffuse, la cannabis, la pianta da cui vegono ricavate hashish e marijuana, fu introdotta in Francia da Jean-Jacques Moreau de Tours nel 1840, che la usava sui suoi pazienti in una ricetta chiamata Majoun. L'LSD cominci• invece ad essere somministrato nel 1953, nel corso di psicoterapie, dallo psichiatra tedesco Walter Frederking, prima che la Sandoz cominciasse a fornirlo gratuitamente a medici e scienziati, fino al 1966. Ma furono sopratutto psichiatri e psicologi a servirsene, per trattare la schizofrenia. Persino Freud raccomandava l'utilizzo di cocaina per casi di malinconia.
La nostra societ… Š stata cos influenzata da tutto questo che potremmo prendere in considerazione uno qualunque dei mali sociali e poi farlo risalire in qualche minima parte anche alla psichiatria.
Oggigiorno questa disciplina si sta sempre pi— inserendo in contesti diversi, come i tribunali o le scuole. In America le vite di moltissimi minorenni sono state distrutte dall'uso immotivato di psicofarmaci. (circa 30 mila bambini in Italia e 8 milioni negli Stati Uniti ne fanno uso).
Ma vediamo da dove ha origine tutto questo. Nel 1940 lo psichiatra britannico John Rawlings Rees, co-fondatore della Federazione Mondiale per la Salute Mentale (WFMH), descrisse con queste parole gli obiettivi futuri della psichiatria: "Dobbiamo mirare a farle permeare ogni attivit… educativa nella nostra societ….... vita pubblica, politica e industria dovrebbero tutte essere nella nostra sfera di influenza... Specialmente, dall'ultima guerra mondiale abbiamo fatto molto per infiltrarci nelle varie organizzazioni sociali attraverso il paese... Allo stesso modo abbiamo fatto un efficace attacco su un certo numero di professioni. Le due pi— facili sono naturalmente l'istruzione e la chiesa; le due pi— difficili sono la legge e la medicina. Se ci infiltriamo nelle attivit… professionali e sociali delle altre persone, penso che dovremmo imitare gli stati totalitari e organizzare una sorta di attivit… di quinta colonna!" (www.notetab.net)
Questo meschino progetto ai nostri giorni Š diventato realt…, e in molte scuole vengono consegnati ai bambini test per diagnosticare l'ADHD, che non Š altro che una malattia inventata per alzata di mano, senza alcuna base scientifica. Infatti Š proprio cos che presso l'Associazione Psichiatrica Americana (APA) vengono decise le malattie mentali, che poi vengono pubblicate e smerciate come "verit…" sul loro testo fondamentale chiamato DSM IV.
Che poi la psichiatria abbia giocato un ruolo importante in molti conflitti mondiali non Š da trascurare. Persino la Seconda Guerra Mondiale affonda le sue radici in questa disciplina. L'eugenetica, come potrete ben immaginare, trae origine proprio da questa pseudo-scienza.
Ma come la storia ci ha spesso insegnato, l'uomo ha compiuto i passi pi— grandi quando Š stato in grado di accettare cose che fino a quel momento parevano incredibili. Questo Š avvenuto con Galileo e questo deve avvenire di nuovo ora, comprendendo che la psichiatria di scientifico ha ben poco, se non nulla.

Davis Fiore
 
ADHD, la matattia inventata PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Gent.mo direttore,
mi permetto di sottoporle un articolo su un tema di attualit…, in cui voglio esprimere il mio pensiero a proposito di alcune violazioni dei nostri diritti.
Vostro figlio non riesce a stare fermo e seduto? Attenzione! la psichiatria potrebbe etichettarlo come malato di ADHD (disturbo da decifit dell'attenzione ed iperattivit…).
Da un po' di tempo nelle scuole italiane stanno venendo distribuiti test di nessuna validit… scientifica ed Š subito allarme tra i genitori. Sopratutto quando vengono violati i diritti civili e quando il pericolo Š che in seguito a tali test i bambini siano diagnosticati con disturbi mentali per i quali sar… consigliata la somministrazione di psicofarmaci, dietro ai quali ruotano enormi interessi economici.
Ô triste ricordare la storia riportata il 13 luglio scorso alla Magistratura di Torino da Giorgio Scialuga, che il 27 ottobre 2004 ha visto tornare a casa suo figlio di otto anni con la richiesta di autorizzazione sul diario, per un test da parte del dipartimento di neuropsichiatria dell'Universit… di Torino. Alcuni giorni dopo ha scoperto dal figlio che, in realt…, al test era gi… stato sottoposto, senza il suo consenso.
L'ADHD venne inventato nel 1987 dall'APA (Associazione Psichiatrica Americana), per votazione. E nel giro di un anno 500 mila bambini americani, che prima erano considerati normali, vennero diagnosticati con questa malattia. Tuttora non esistono prove oggettive. E se esistessero, cesserebbe di essere considerata una sindrome psichiatrica e diventerebbe una malattia fisica.
Stiamo assistendo a uno dei pi— grandi abusi dei nostri diritti, per di pi— perpetrato sui bambini, che porteranno avanti la societ… di domani.
Oggi il numero di adolescenti americani etichettati Š salito a sei milioni, e "l'epidemia" si sta diffondendo anche nel nostro paese. Recentemente, il "Progetto Italiano Salute Mentale Adolescenti" (PRISMA), condotto dall'IRCCS Medea, ha coinvolto gli studenti delle scuole medie di 500 citt… italiane.
Non possiamo starcene ancora con le mani in mano, quando il business generato dalla conseguente vendita di psicofarmaci ha raggiunto 1,3 miliardi di dollari.
Tanto pi— che nel 1998 il convegno degli Istituti Americani di Sanit… (NIH) ha dichiarato che questa malattia non esiste, perch‚ non vi Š alcuna prova di squilibri biochimici.
Eppure l'Universit… di Cardiff ha persino annunciato di voler sfruttare le tecnologie ricombinanti, per determinare nei neonati la tendenza a sviluppare questa sindrome.
Diventa molto facile giocare attorno a questa malattia quando, come dicevamo, non esiste una causa. Le domande che vengono poste ai bambini nel test, prendono tutte in considerazione tratti comuni nel comportamento di quell'et…, rendendo chiunque una possibile vittima del trattamento psichiatrico. E' sufficiente affermare di essere dei bambini vivaci o di avere difficolt… di concentrazione, rispondendo in maniera affermativa al sessanta percento delle domande.
La psichiatria, facendo uso dell'autorit… che si Š presa, sta ora calpestando i nostri diritti.
Non permettiamo che questo accada ancora!

Davis Fiore
 
L'Energia della Libert… PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
Alla cortese attenzione del direttore Antonello De Pierro.

Buon 2006 di Libert… e Progresso per tutti.Possediamo finalmente le premesse culturali, scientifiche, tecniche e industriali perchŠ l'uomo si liberi finalmente di tutte le ancestrali paure, i perenni condizionamenti e le schiavit— dovute al funzionamento di un mondo troppo a lungo dominato dalle dittature e dai poteri forti di ogni specie, genere, colore, ideologia e bandiera. Chi non ricorda lo sconosciuto e coraggioso piccolo grande uomo cinese che ferm• la colonna di carri armati in Piazza Tien an Men, solo qualche anno fa, assieme al dubbio atroce che blocc• anche il comandante di quel carro che avrebbe potuto schiacciarlo in meno di un secondo? Qualche giorno fa abbiamo tutti visto in televisione, durante il processo all'ex crudele dittatore Saddam Hussein, un altro uomo iracheno che, con altrettanto coraggio, e senza temere ritorsioni da parte degli sgherri del vecchio regime ancora in circolazione, accusava il proprio carnefice, colui che governava quella nazione con poteri assoluti, guardandolo in faccia e senza paura, davanti a giudici che, pur rischiando a loro volta la vita, continuavano tuttavia senza tentennamenti il processo. Ho pensato che, petrolio o non petrolio, forse quella guerra andava fatta anche solo per raggiungere quel risultato che da remota realt… locale diventa esempio globale: il primo passo di un uomo ex-schiavo sulla luna della libert… che pareva lontana, impossibile, forse irraggiungibile per sempre. Bisogna tutti quanti, nel mondo, decidersi una volta per tutte a porre le premesse sociali ed economiche per raggiungere un grado di libert… e benessere che coinvolga il numero maggiore di persone e di nazioni possibile. Per raggiungere questo scopo condizione necessaria Š, per prima cosa, l'indipendenza energetica. Come la Storia insegna, e come possiamo osservare anche in questi giorni con il caso Russia - Ucraina, i rapporti tra le nazioni sono governati da composizioni semplici e complesse di interessi, a volte coincidenti, a volte divergenti: nel primo caso provocando l'aumento del benessere generale di tutti i partecipanti allo sviluppo, nel secondo caso dando inizio ad attriti e contenzioni che si possono sviluppare fino a sfociare in vere e proprie guerre economiche ed, infine, militari. L'equilibrio composto e precario tra Stati che solo fino a mezzo secolo fa si scannavano l'uno con l'altro in guerre senza fine, e che oggi tentano di costruire una possibile, pacifica e libera Europa delle Nazioni, pu• essere fin troppo facilmente messo in pericolo dalla servit— energetica di un paese rispetto ad un altro. Se la Nazione fornitrice di energia ad un'altra decide, per l'uno o l'altro motivo, di chiudere il rubinetto alla Nazione che da essa dipende per l'approvvigionamento energetico, l'equilibrio dello Stato che non ha provveduto a dotarsi di un sistema energetico proprio ed autonomo, Š messo in serissimo pericolo. Con esso, anche la libert…, l'indipendenza, il benessere, i quali a loro volta poggiano, crescono e si rinforzano su un saldo substrato energetico a sua volta libero e disponibile in quantit… e qualit…. Esattamente come una persona che abbia mezzi e denari rispetto ad un'altra che non ne abbia e dipenda il secondo dalla volont… del primo per sopravvivere, essendo poi per sempre debitore nei suoi confronti. Almeno fino a quando non decide di costruire da sŠ le premesse della propria identit…, indipendenza, libert… e fortuna. Magari con un semplice atto di coraggio che pu• provocare effetti complessi, magari decidendo che l'energia che serve pu• essere prodotta sul proprio territorio, senza nascondere la testa sotto la sabbia, spezzando tutte le catene delle vecchie servit— nazionali e internazionali, usando le pi— moderne tecnologie, costruendo i propri centri energetici, affrancandosi da dipendenze estere, aumentando la propria privata, personale e pubblica libert… di decisione, di azione, di costruzione nel futuro di una migliore e competitiva economia, a beneficio diretto e indiretto di tutti i cittadini soci e azionisti del sistema-stato, ........vero, Italia?

Francesco Martin cittadino europeo
 
Una riflessione PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Martedì 01 Gennaio 2008 01:00
###############################################################################################################################################################################################################################################################
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 29


        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information