Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Home Notizie Attualità e Cronaca Il caldo non dà tregua fino a martedì

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Il caldo non dà tregua fino a martedì PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Sabato 23 Maggio 2009 22:02

Allerta nelle grandi città del Centro. Gli esperti frenano: «Tutto normale»

 

Non si fermerà, almeno per i prossimi giorni, l’ondata di calore di origine africana che sta interessando l’Italia: anche per lunedì la Protezione civile prevede temperature elevate o addirittura rischiose in 23 città.
Nove le città con il bollino rosso, quelle investite da vere "ondate di calore" oltre i 30 gradi (condizioni meterologiche a rischio per le quali è necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio), sono Catania, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Roma, Venezia. Molte anche quelle con il bollino arancione (temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione a rischio): Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Campobasso, Civitavecchia, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Rieti, Torino, Trieste e Viterbo.
La giornata più bollente sarà comunque quela di domani. Oggi sono otto le città più calde: a Firenze, Latina, Perugia e Roma si raggiungerà, secondo la protezione civile, il livello 3, con temperature elevate che persisteranno per tre o più giorni consecutivi; mentre a Catania, Messina, Reggio calabria e Venezia è previsto un livello 2 con condizioni climatiche che possono comportare disagi per categorie di popolazione particolarmente sensibili come anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti e convalescenti. Per domani 24 maggio è prevista la giornata più calda: a Roma, Firenze, Perugia, e Latina sarà ancora livello 3, rosso. A queste città si aggiungerà Venezia. Per altri 14 grandi comuni, Bari, Bologna, Brescia, Catania, Civitavecchia, Frosinone, Messina, Milano, Napoli, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Torino e Viterbo è previsto il livello 2, quello arancione.
Si tratta comunque di un fenomeno destinato «a dissolversi in pochi giorni e niente affatto anomalo», ha detto l’esperto di fisica dell’atmosfera Teodoro Giorgiadis, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). Non sono un’eccezione, ha aggiunto, nemmeno le temperature che si registrano in questi giorni in alcune città. Ad esempio, i 28 gradi sono stati superati a Roma già molte altre volte negli anni passati: «Non ci sono stranezze».
 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information