Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Banner
Home Notizie Attualità e Cronaca L'Italia per l'ingresso della Croazia in Europa

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



L'Italia per l'ingresso della Croazia in Europa PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Venerdì 13 Novembre 2009 14:14

Il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano
L'Italia e' favorevole all'ingresso della Croazia nell'Unione europea e "ha sempre sostenuto con convinzione il negoziato che e' ora verso la conclusione".

 Lo ha detto il presidente Giorgio Napolitano ricevendo al Quirinale il presidente croato Stjepan Mesic. "Abbiamo discusso delle questioni comuni che non sono oggi ne' complesse ne' controverse - ha spiegato Napolitano dopo il colloquio con Mesic - i nostri paesi vicini, con intensi rapporti economici e culturali". L'Italia, dunque "ha interesse che si vada verso una rapida conclusione del negoziato per l'adesione della Croazia all'Ue e non ci sono all'orizzonte difficolta'.

Mesic, mai più un altro Milosevic
L'Europa e' la vera possibilita' per i Balcani per una definitiva pacificazione: "Il nostro obiettivo finale e' che non solo la Croazia ma anche l'intero sud dei Balcani entri in Ue". Lo dice il presidente croato, Stjepan Mesic, dopo l'incontro al Quirinale con il capo dello Stato, Giorgio Napolitano. "Quando i confini saranno aperti - aggiunge Mesic - lo spazio europeizzato sara' uno spazio in cui le identita' rappresenteranno un collegamento e non la volonta' di qualcuno di conquistare territori. Non si deve ripetere mai un altro Milosevic. Cosi' l'Ue diventa il maggiore fattore di pace".

Fonte

 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information