Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Banner
Home Cinema Film Al Festival del Cinema di Roma “Nato prematuro” di Enzo Cei

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Al Festival del Cinema di Roma “Nato prematuro” di Enzo Cei PDF Stampa
Scritto da Chiara Campanella   
Martedì 17 Dicembre 2013 17:37

NatoPrematuro

Ha fatto la sua prima comparsa al Festival del Cinema di Roma il cortometraggio del noto fotografo pisano Enzo Cei dal titolo Nato prematuro. Si tratta di un vero e proprio documentario, della durata di 21 minuti, realizzato grazie al finanziamento del Ministero dei Beni Culturali e girato nel Reparto di Neonatologia dell' Ospedale Santa Chiara di Pisa. Obiettivo di Cei è chiaramente quello di “informare documentando” consegnando alla fotografia narrativa interessanti, seppur ordinari, eventi del proprio territorio.

  È la sanità, nella fattispecie, ad offrire alla pellicola lo spunto per il suo stesso sviluppo. Il fotografo decide, infatti, di raccontare, senza inutili indugi nonostante la delicatezza dell' argomento, il lungo percorso di cura ed assistenza a cui viene sottoposto un bambino nato prematuramente. Tuttavia, l' originalità del film non risiede tanto nel marcato accento sul tema sanitario, quanto sulla particolare attenzione posta, al di là delle informazioni scientifiche del caso, sui rapporti tra il neonato e i suoi familiari da una parte e l' ambiente medico infermieristico dall' altra. Non a caso, il racconto dei primissimi giorni di chi non era ancora del tutto pronto per venire al mondo, offre allo spettatore l' occasione per una forte riflessione etica sull' esistenza, fino a fargli osservare con occhi diversi ciò che, per quanto fragile, è comunque sempre vita.

 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information