Pubblicizza il tuo sito

Banner

Pubblicità

Home Notizie Cultura, Sport e Spettacolo Morto a Roma Giancarlo Bornigia, fondatore del Piper e del Gilda

Donazioni

1€ PER I TUOI DIRITTI

SOSTIENI IL MOVIMENTO
"ITALIA DEI DIRITTI"

UN PICCOLO AIUTO PER LA LEGALITA'

Potete fare donazioni con :

PAYPAL, POSTEPAY e BONIFICO BANCARIO

- paypal, inviando la somma a italiadiritti@yahoo.it

- postepay, effettuando on-line, presso qualsiasi ufficio postale o presso qualsiasi ricevitoria Sisal una ricarica postepay sulla carta numero 4003-6005-8578-6249 intestata al presidente del movimento Antonello De Pierro.

- bonifico bancario su conto intestato al presidente del movimento Antonello De Pierro (codice IBAN: IT30 J056 9603 2180 0000 2079 X65)

Login



Morto a Roma Giancarlo Bornigia, fondatore del Piper e del Gilda PDF Stampa
Scritto da Redazione   
Giovedì 22 Agosto 2013 13:26

Il re delle notti romane avrebbe compiuto 83 anni a settembre

Giancarlo Bornigia

(AGI) - Roma, 22 ago. - E' morto ieri notte a Roma Giancarlo Bornigia, fondatore del Piper Club, lo storico e piu' antico club d'Italia, a cui diede vita nel 1965, e del Gilda. A settembre avrebbe compiuto 83 anni. I funerali si svolgeranno lunedi' alle 11 nella Chiesa di Santa Chiara in piazza dei Giochi Delfici. Tra il Sessanta e il Settanta, Bornigia contribui' a creare un fermento artistico italiano e un locale di riferimento che lancio' personaggi come Patty Pravo e Renato Zero, dando particolare attenzione alla musica e alle nuove leve. Tra musica e arte, volle portare al Piper Club anche opere d'arte contemporanee tra cui due dipinti di Andy Warhol, alcuni di Schifano e opere di Piero Manzoni e di Mario Cintoli. All'esordio suonarono nel locale i migliori artisti della beat generation italiana tra i quali i The Rokes, i Rokketti, l'Equipe 84 e Le Pecore Nere presto affiancati da Fred Bongusto, Dik Dik, Renato Zero, Romina Power, Gabriella Ferri e Rita Pavone. E poi ancora Mal, Mimi Berte' (successivamente Mia Martini), Loredana Berte', Renato Zero e Mita Medici. Attento anche al contesto internazionale, Bornigia porto' per la prima volta in Italia e a Roma personaggi come Rolling Stones, Genesis, Who, Pink Floyd (il 18 e il 19 aprile 1968) e un giovanissimo Jimi Hendrix. In una delle sue ultime interviste, ricordando il concerto dei Genesis al Piper, Bornigia raccontava: "Tutti i concerti di allora al Piper erano degli eventi, per tanti i Genesis erano un gruppo come un altro, ma comunque il pubblico affollava i locali per ascoltare musica, per conoscerne di nuova e farlo condividendo l'esperienza.

Allora tanti gruppi stranieri non erano conosciuti a tutti in Italia, come oggi, per cui per esempio ci e' anche capitato che gli Who, dopo il concerto al palazzetto, passassero cosi' al Piper e improvissassero un concerto anche qui...con gli spettatori che osservavano pronti a recepire le nuove esperienze". Punto di riferimento per generazioni, Giancarlo Bornigia ha cambiato il modo di ballare, vestire e vivere, portando innovazioni culturali e nuove mode, attraverso la fondazione e lo sviluppo del clubbing romano e italiano con locali storici come Gilda e Alien. (AGI) .

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Agosto 2013 13:30
 

        

Il sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto e l'uso del portale. I Cookies sono usati solo per le operazioni essenziali. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information