L'incontro tra i Club Rotary Roma Acquasanta e Roma Aniene a cui ha partecipato anche il segretario distrettuale Fabrizio Petrosino

 
 
Roma - La ruota congiunge ancora. Questa volta il simbolo rotariano ha accompagnato l’incontro dei due club romani “Aniene” e “Acquasanta” per un itinerario alle radici della rete globale del cambiamento.
 
Cambiano tematiche e location ma il concept rimane invariato: l’originale sintesi fra impegno civile, progettualità, pragmatismo e rispetto dei protocolli Rotary e convivialità, amicizia, eleganza, stile e buona tavola.
 
Nella serata del 28 settembre la presidente del Rotary club Acquasanta, Laura Pastorelli, ha accolto i convenuti nella confortevole eleganza discreta degli spazi del Golf Club Acquasanta, sede del club ospitante, creando immediatamente un’ecologia dell’amicizia e dell’accoglienza dove tutti hanno percepito di essere attori protagonisti.
 
Oltre ai soci e dirigenti dei due club, erano presenti il Governatore del Distretto 2080 Gabriele Andria con la moglie Rossella Ricciardi e il Segretario Distrettuale Fabrizio Petrosino.
 
L’incontro è stato coordinato dalla Presidente del Rotary Club Roma Acquasanta, Laura Pastorelli, affiancata dall'Assistente Governatore Alessandro Tortorella e, per il Rotary Club Roma Aniene, dalla Presidente Rosa Altavilla insieme all'Assistente Governatore Roberto De Marchis.
 
L’incontro si è articolato in due fasi: una seduta di lavoro degli organismi direttivi dei due club con il Governatore e il Segretario Distrettuale per mettere a punto progetti e tematiche da sviluppare nell'anno rotariano 2021-2022 e una seduta plenaria durante la quale il Governatore Gabriele Andria ha tenuto una breve “lectio magistralis” sui valori e sulle ragioni fondanti della rete globale Rotary che impegna imprenditori, professionisti e manager a destinare una parte delle loro capacità creative a finalità di solidarietà e promozione sociale.
 
Con l’occasione è stato salutato l’ingresso della nuova socia Rotary Club Roma Aniene Sabrina Del Sarto, presentata dalla socia fondatrice Chiara Zamboni. Alla new entry il saluto di benvenuto e di buon lavoro da parte di tutti i convenuti Impegni, programmi e relazioni sono stati successivamente corroborati e consolidati dai piatti preparati dagli chef del Golf Club Acquasanta e dagli eccellenti vini.
 
(Foto Mario Giannini)